La scelta delle mazze da golf richiede tempo ed attenzione: dal modo in cui ci approcciamo all’acquisto, infatti, dipendono i risultati sul campo, in particolare la distanza che riusciremo ad ottenere nei tiri. Oltre al peso, alla flessibilità ed alle dimensioni della faccia, un elemento di fondamentale importanza per il golfista è il loft. Parliamo dell’angolo che si forma fra la faccia stessa della mazza ed un’ideale linea parallela al piano sul quale essa poggia. La distanza che un ferro del golfista (o un legno) riesce a far percorrere alla pallina dipende proprio dall’ampiezza di questo angolo. Più è accentuato e più facile sarà per la pallina alzarsi in aria, tracciando una traiettoria a palombella. Al contrario, un angolo più stretto, le imprimerà una linea di volo meno arcuata, permettendole di percorrere più metri. Non a caso, fra i legni, il driver è quello con l’angolo minore perché è il bastone deputato ai lanci più lunghi, specialmente dal tee. Altro discorso vale per le distanze ferri golf. In questo caso, infatti, i metri tendono a diminuire anche se in modo differente a seconda del ferro impiegato. Certo è che, procedendo dal ferro 1 all’ultimo dei wedge, l’altezza andrà aumentando e la distanza si comporterà all’inverso:  più alto sarà il volo della palla, più corta sarà la distanza percorsa.

Il ferro del golfista adatto ad ogni distanza

Tabella con le distanze coperte dai bastoni

Il calcolo delle distanze ferri golf è influenzato da molte variabili. Si parte dalla forza del giocatore, fattore che si lega in parte all’altezza e alla corporatura dello stesso. Ma è, soprattutto, la tecnica a far sentire il peso maggiore in fase di tiro. Più il nostro swing è veloce e preciso e più semplice sarà per la pallina andare lontano. Volendo generalizzare, esistono delle tabelle che associano ad ogni ferro del golfista una distanza precisa, calcolata sulla base di un giocatore di altezza, peso e corporatura media. E, naturalmente, ci sono differenze fra le distanze raggiungibili da un uomo e da una donna. Ma facciamo un esempio concreto. Un golfista medio che impugni un ferro 7, con loft intorno ai 35°, farà volare la pallina per circa 130 metri. Una donna, invece, raggiungerà all’incirca 110 metri. Duttilissimo, tale ferro viene usato di frequente sul fairway e nell’avvicinamento alla buca. Provvisto di loft inferiore, un ferro 5 consentirà alla pallina di fare più strada: 150 metri di media per l’uomo e 130 per la donna. Al contrario, un ferro 9 la spedirà più in alto (110 metri contro 90). I wedge, infine, i ferri designati alle situazioni più difficili, assicurano le altezze maggiori grazie al loft accentuato. Il PW, ad esempio, spara la pallina a 100 metri, che diventano 75 per la golfista. L’angolo della faccia di questo ferro si attesa intorno ai 48°.

Distanze ferri golf: acquistare il set giusto di mazze

Sacca treppiede per il golf

L’ideale per scovare il giusto set di ferri sarebbe provarne più di uno sul campo e ascoltare le sensazioni del nostro corpo durante il tiro. Quando, però, siamo intenzionati ad effettuare un acquisto online, è bene tenere d’occhio le informazioni indicate per ogni ferro del golfista. Set da uomo o da donna, da destrorso o mancino: queste le principali specifiche da controllare. Ma anche i materiali costruttivi e, soprattutto, il livello di flessibilità dello shaft giocano un ruolo chiave in fase di scelta.