Golf: la preparazione al colpo

Il termine shaft, letteralmente traducibile con “asta” o “manico” è la parte della mazza che unisce la faccia con il grip. Fino a metà  degli anni ’20, lo shaft golf veniva realizzato in legno ma è con l’introduzione dell’acciaio e, successivamente, della grafite che le cose sono cambiate significativamente. Questi nuovi materiali hanno reso il bastone più leggero ed efficace, consentendo al giocatore di conseguire una maggiore distanza sul campo. Ma a condizionare le prestazioni dello shaft e, di conseguenza, dello swing sono anche altri fattori. Fondamentale, ad esempio, è il lie: l’angolo che si forma fra la canna della mazza ed il piano su cui poggia la faccia. Anche la flessibilità gioca un ruolo chiave e solo con un po’ di esperienza saremo in grado di scegliere quella giusta per noi. Ma l’elemento che più condiziona il tiro è, senza dubbio, la lunghezza shaft golf. Sia per i legni che per i ferri, parliamo di una variabile di cruciale importanza che andremo ad approfondire di seguito.

 

Shaft golf: i criteri base per sceglierlo della giusta lunghezza

Flappare

Diffusosi fra i giocatori professionisti ad inizio anni ’80, il Club Fitting è oggi una pratica abbastanza comune anche fra i golfisti meno esperti. Ci riferiamo alla customizzazione delle mazze che, attraverso un’attenta valutazione delle caratteristiche fisiche del golfista e della sua postura, porta alla costruzione di strumenti su misura. La lunghezza shaft golf, ad esempio, è un elemento che varia in base all’altezza del giocatore ed alla conformazione delle sue braccia. Anche senza ricorrere al Club Fitting, possiamo comunque tenere in considerazione alcuni criteri per scegliere lo shaft della giusta misura. Per prima cosa, è ben sapere che gli shaft golf prevedono delle misure standard a seconda della mazza per cui sono progettati. Lo shaft di un ferro 5, ad esempio, è lungo 38 pollici, che si riducono a 37,5 per un ferro 6. Si tratta di misure standard pensate per il pubblico maschile. Ma quando sono le golfiste a scendere in campo, la lunghezza scende indicativamente di mezzo pollice. Tornando al nostro ferro 5, un uomo di altezza media sarà a proprio agio con un 38 pollici. Ma al golfista particolarmente alto servirà un 39,5 pollici. Mentre un giocatore molto basso si troverà meglio con uno shaft da 37. Fra la canna più corta e quella più lunga, quindi, la differenza non è poca. Si tratta, infatti, di 2,5 pollici: circa 6 centimetri.

Lunghezza shaft golf: come la misura della canna impatti sullo swing

Colpo da golf perfetto: con quale mazza?

Uno shaft più corto assicura un maggiore controllo sulla pallina al momento dell’impatto. Uno più lungo ci permette di raggiungere distanze superiori. Ma se lo shaft non è stato scelto tenendo conto delle caratteristiche fisiche del giocatore, sarà probabilmente poco bilanciato e scomodo.  Questo perché La fluidità dello swing dipende sia dalla tecnica del giocatore che dalla scelta della mazza giusta. In linea generale, lo shaft della giusta lunghezza è quello che ci permette di mantenere durante il colpo la postura più corretta possibile.